Ricerca personalizzata

domenica 20 maggio 2012

Pagelle MotoGP Le Mans 2012


Jorge Alieno Lorenzo - che dire della sua prestazione? Ineccepibile? Superba? Parafrasando Vincent Vega e Jules Winnfield diremmo che non è lo stesso campo da gioco, non è lo stesso campionato, e non è nemmeno lo stesso sport, nonostante sul podio compaia gente del calibro di Rossi e Stoner. GALATTICO, voto 10 e lode.

Valentino Lazzaro Rossi - finalmente svegliatosi dal torpore sia 800-nario che 1000-nario, tira fuori dal cilindro una gara di costanza e cattiveria agonistica unica. Non sbaglia un colpo e, all'ultimo giro, fa saltare dal divano mezza Italia bastonando Stoner come ai tempi d'oro. Bella la stretta di mano nel dopogara. RINATO, voto 10.

Casey Arrendevole Stoner - dopo l'annuncio shock del ritiro, sembra il solito canguro mannaro assetato di record ma fa i conti senza gli osti: Lorenzo guida la sua Yamaha su un binario invisibile e non c'è storia, mentre Valentino gli da lezioni di surf dove la guida australo-sgommarella diventa poco redditizia. SOTTOTONO, voto 8 meno meno.

Daniel Anonymous Pedrosa - parte a razzo dalla pole ma già alla prima curva dimostra di non digerire l'asfalto bagnato: così resta buono buono tutta la gara in attesa di giorni migliori. Magari è solo colpa della Honda che schifa l'acqua, o magari il fatto di avere la moto assicurata anche l'anno prossimo, fatto sta che resta fuori dal podio disputando una gara piatta ed anonima come poche altre. DELUSIONE, voto 6 meno.

Andrea Dovizioso & Cal Crutchlow - insieme tra le mura dei box ed in pista, la coppia più bella del mondiale regala al pubblico francese tanti sorpassi reciproci ed incroci di traiettorie anche grazie all'intromissione del fenomeno di Tavullia. Peccato per l'esito, avrebbero entrambi meritato qualcosa di più. SFORTUNATI, voto 7 per l'impegno.

Stefan Bradipo Bradl - il pilota LCR rischia seriamente di togliere nientemeno che a Pedrosa il quarto posto guidando sulle uova con un filo di gas, ma la tattica non da i frutti sperati nonostante le premesse ci siano tutte. Disputa tutto sommato un'ottima prova che denota tanta voglia, debitamente tenuta a bada per non finire chiappe a terra causa asfalto viscido. TIMOROSO, voto 5 e mezzo.

Nicky Sbadiglio Hayden - torna a fare la "solita" seconda guida senza idee nè guizzi vincenti, finendo sesto senza essere mai inquadrato ed a circa 30 secondi da Valentino. Che si stia spegnendo gara dopo gara come al solito?! ADDORMENTATO, voto 4.

Ben Defunto Spies - se la Yamaha gli fornisse una R1 probabilmente riuscirebbe a fare meglio di così: eppure monta lo stesso missile di Lorenzo, solo che Ben resta dietro a battagliare nel gruppo delle CRT prima di rientrarsene con le lacrima e labbro tremulo ai box. ESTREMA UNZIONE, voto 2.

Mediaset - la buona prova di Meda e socio durante le tre gare a Le Mans (incluso il "Rossì c'è" della Moto3) viene rovinata da un'intervista imbarazzante ad Andrea Dovizioso a senso unico su Valentino Rossi che, per inciso, dopo pochi minuti viene a sua volta intervistato (perchè allora non chiedere al #46 della gara del Dovi?). PSICANALISI, voto 4.



Monster Girls - le più belle ragazze ombrello in assoluto sono loro! Dotate di minigonna altezza appendicite e spacco anteriore fino all'ombelico, regalano ottimi scorci prospettici al numeroso pubblico accorso per le due ruote... Peccato per il cattivo tempo di Le Mans che ha limitato fortemente le loro apparizioni. BOOMBASTICHE, voto 9 e mezzo.

Nessun commento:

I Blog di Moto, Custom e Ragazze più belli in assoluto...