Ricerca personalizzata

venerdì 22 marzo 2013

Wide Glide 2013 pregi e difetti


Visto che non c'è due senza tre, rieccomi a rompere le pelotas all'Harley Davidson per una prova a sorpresa: di solito i test ride si fanno nel weekend, in gruppo, con un leader ed una "scopa" ultimo della fila. Di venerdi al contrario, si lasciano le proprie generalità e si zompa in sella, in solitaria, senza seguire il percorso ma andandosene a spasso dove si vuole ("Basta che la riporti intera"). Visto che lo Street Bob proprio non c'è tra le moto da poter provare, sono salito in sella alla Dyna Wide Glide 2013. A giudicare da quello che si legge in giro sul web, ha milioni di difetti ed è, nè più nè meno, la brutta copia del mitico chopper che ha fatto la storia del marchio di Milwaukee. In effetti era li a prendere polvere e non la cagava guardava nessuno, così ho chiesto di provare proprio lei. Volete sapere come è andata? Beh, leggete qui sotto.


DA FERMO - è grande, lunga, bassa ed affascinante: con una striminzita ruota anteriore da 21 pollici a raggi, nera (e dall'aspetto un pò povero), cui fa da contraltare una 180 panciuta e perfettamente integrata col retrotreno. Carino l'accenno di sissy-bar, anche se non ne vedo l'utilità. Bello il motore, barocco nei materiali ma contornato da cavi ovunque: praticamente, a parte il manubrio nel quale passano all'interno per sbucare sotto al faro, si nota attorno al bicilindrico una quantità inusitata di cavi e cavetti anche mal ricoperti. Orrendi a vedersi gironzolando attorno alla moto, restano parzialmente nascosti mentre si è in sella, anche se quelli sulla parte anteriore del manubrio si notano sempre durante la guida :(
Una cosa che non avevo notato sono le pedane del passeggero: sulla Street Bob sono optional, qui invece sono fissate al forcellone posteriore. Non sarebbe stato meglio fissarle al telaio? Anche perchè già il trapuntino è minimale così come il sissy... Della serie: "Facciamoci voler bene dalla nostra ragazza".
Gli specchietti, tanto per cambiare, sono un pò troppo bassi ma si riesce lo stesso ad intravedere qualcosa li dietro.
La chiave è elettronica, quindi una bella girata alla manopola sul serbatoio (che ha il tappo carburante senza chiave a destra ed un finto tappo con l'indicatore analogico a sinistra... viva l'America) ed il nuovo Twin Cam 103 non bilanciato ma montato su supporti elastici inizia a muovere la moto con le sue "good vibrations"... E qui inizia il godimento! Tolgo il cavalletto, anzi no: dove cavolo sta?!? Uff, bisogna cercarlo bene!


IN MOVIMENTO - Le pedane avanzate sembrano cucite sulle mie misure, il cambio è esattamente dove me lo aspetto, il freno posteriore è tanto duro quanto inutile come da tradizione Harley Davidson. La frizione al contrario è morbida, non stacca subito e mi da confidenza fin dai primi metri. Le marce entrano meglio rispetto alla Softail Slim provata soli alcuni giorni addietro, il motore da 1.690 cc sembra comunicare che... bisogna cambiare marcia! Il range di utilizzo è davvero ristretto, i supporti elastici lo fanno ballare nel telaio come un cavallo imbizzarrito, l'intera moto è pervasa dalle vibrazioni ed io, sopra, godo ad ogni regime. Il giro del quartiere prevede, causa sciopero dei mezzi a Roma, alcuni tratti di traffico fermo: la moto non pesa e, a dispetto della forcella inclinatissima alla cui estremità fa capolino il pneumatico largo 80mm, sterza meglio del previsto.
Passando davanti alle vetrine riesco a specchiarmi e quello che vedo mi piace davvero: il serbatoio con le fiamme è davvero scenografico, peccato per qualche cromatura sostituita dall'anonima verniciatura nera. Agli scarichi si fa l'occhio, di sicuro non l'orecchio: sono tappati in un modo assurdo, perfino la mia Shadow romba di più a qualunque regime.
Altra nota negativa? La Wide Glide provata aveva meno di 300 km sulle spalle e solo qualche mese di inutilizzo, eppure già sulle pedane e nella parte interna degli scarichi si poteva intravedere qualche accenno di ruggine. Iniziamo bene! Il ghigno durante la guida viene placato solo dalle normative Euro3, per il resto direi che si porta molto molto bene e l'esposizione all'aria consiglia di andarci piano con la manopola destra. Riprendo la strada del concessionario e, con la lacrima e labbruccio tremulo, lascio la Wide Glide a prender polvere: un vero peccato!


LA PAGELLA - queste le mie impressioni dopo la prova su strada della FXDWG Dyna Wide Glide 2013

Motore: 8/10, scarso il range di utilizzo, vibra, scalda, chiede sempre la marcia superiore ma è dannatamente libidinoso!
Scarichi: 3/10, il 2 in 1 in 2 è troppo tappato. Da rivedere le cromature.
Freni: 7/10, duri e da strizzare, hanno l'Abs!
Sospensioni: 7/10, le buche si sentono ma non più di tanto
Capacità di carico: 2/10, non si può mettere nemmeno un portapacchi. Meglio un borsone singolo a sinistra!
Comodità ed ergonomia: 10/10, perfetta per il guidatore sotto ogni punto di vista
Comodità in coppia: 2/10, comprate un'Harley Davidson anche alla zavorrina sennò si lamenterà di sicuro
Illuminazione: 7/10, niente di particolare da segnalare
Estetica: 8/10, belle le fiamme, bello lo stile chopper, ma a quanto pare non piace ai customisti... e la versione USA con targa laterale e frecce+stop è ancora più bella
Qualità: 7/10, i cavi sono troppo in vista e le cromature scarseggiano, l'insieme sembra un pò "povero"
Prezzo: 5/10, non sono un pò troppi 17.000 euro?!?


CONCLUSIONI - sui forum avevo letto talmente tante cattiverie sulla nuova Wide Glide che pensavo davvero di ritrovarmi tra le mani una delle peggiori Harley che siano mai state prodotte. Invece... non volevo più scendere! E' fantastica da guidare, vibra talmente tanto che è un piacere persino farsi i semafori rossi. Buona anche come raggio di sterzata, vuole essere portata a spasso ma non chiedetele di frenare! Peccato per i troppi cavi e per qualche punto di ruggine... dopo 300 km? Sono pazzi questi americani!!! In conclusione, nonostante i gravi difetti la adoro!


PS: nella foto qui sopra la vecchia versione della FXDWG, senza Abs nè cavi passanti all'interno del manubrio. Si può trovare, con tanto di scarichi modificati, filtro aria e centralina (il cosiddetto "stage"), a circa 11-12.000 euro con pochi km... ci si potrebbe fare un pensiero se solo non si rischiasse l'arresto ad ogni pattuglia che incrociamo ;)

Nessun commento:

I Blog di Moto, Custom e Ragazze più belli in assoluto...